Tel 327 7398810
Email: info@rosaperlavita.org
Seguici      

 

Valutazione dei fattori di rischio per l'insorgenza del carcinoma mammario

Lo studio dei fattori di rischio di insorgenza della patologia mammaria in generale e del carcinoma mammario in particolare, è un argomento di indagine scientifica che negli ultimi 18 mesi ha trovato un nuovo vigore ed un numero sempre più ampio di ricercatori.

La consapevolezza che la genesi della patologia mammaria è multifattoriale ha spinto molti ricercatori a raccogliere diverse serie di gruppi di pazienti che mettevano in evidenza i fattori di rischio più disparati.

Il rinnovato interesse per lo studio di questi fattori di rischio muove dalla constatazione che abitudini di vita, tipi di alimentazione, assetto lipidico ed ormonale, particolari condizioni genetiche e metaboliche, possono rappresentare il primum movens nella genesi della patologia mammaria. E’ lo studio e la valutazione critica di tutte queste indagini che ha stimolato la nostra curiosità scientifica ad associare al rilievo anatomo-patologico operatorio i dati relativi alle notizie anamnestiche riferite dalle pazienti che fanno capo al Centro di Senologia dell’Ospedale Nuovo Regina Margherita.

In accordo con il Consiglio Nazionale delle Ricerche e con l’Istituto di Igiene della Università la Sapienza di Roma abbiamo programmato un piano di valutazione delle notizie acquisite per uno studio di prevenzione e di clinica della patologia mammaria in generale e del carcinoma mammario in particolare. Alla luce dei risultati della revisione dell’ampia Letteratura italiana e internazionale riportata in bibliografia e sopra menzionata, abbiamo voluto redigere questa nostra valutazione, sulle pazienti da noi esaminate, dei fattori di rischio di insorgenza del carcinoma mammario partendo da una personale classificazione degli stessi.

FATTORI DI RISCHIO MORFOLOGICI

  • Papillomi intraduttali: (Lewis J. T. 2006)
  • Densità mammografia: (Nagata C. 2006) (Masood S. 2006) (Maskarinec G. 2005) (Santen R. 2005) (Yaffè M. 2005) (Bock K. 2005)
  • Radial scar: (Sanders M. E. 2006)

FATTORI DI RISCHIO FAMILIARI

  • BRCA 1 BRCA2: (Antoniou A. C. 2006) (Walsh T. 2006) (Mann G. J. 2006) (Shahedi K. 2006) (Daly M. B. 2006) ( Antill Y. 2006) (Kroiss R. 2005) (Colilla S. 2005) (Eisen A. 2005) (Nanda R. 2005) (Rebbeck T. R. 2005) (Millikan R. C. 2005) (Tesoriero A. A. 2005) (Kauff N. D. 2005) (Kotsopoulos J.)
  • Età del padre alla nascita: (Choi J. Y. 2005)

FATTORI DI RISCHIO ORMONALI

  • Terapia estrogenica: (Chen W. Y. 2006) (Hofvind S. 2006) (Onland – Moret N. C. 2006) (Silvera S. A. 2005) (Lee S. 2006) (Collins J. A. 2005) (Parulekar W. R. 2005) (Le Marchand L. 2005) (Coombs N. J. 2005) (Campagnoli C. 2005)
  • Concentrazione degli estrogeni circolanti: (Rosemberg L.U. 2006) (Fernandez L. P. 2006) (Hilakivi – Clarke L. 2005) (Beattie M. S. 2006) (Zubor P. 2006) (Rinaldi S. 2006) (Lagiou P. 2006) (Campagnoli C. 2005) (Han D. F. 2006) (Rusiecki J. A. 2005) (Wu M.H. 2006)
  • Prolattinemia: (Tworoger S. S. 2006)
  • IGF-1: (Canzian F. 2006) (Canzian F. 2005)
  • DHEA: androstendione (Kaaks R. 2006)

FATTORI DI RISCHIO METABOLICI

  • Catalasi: (Ahn J. 2006)
  • Folati: (Stolzenberg – Solomon R. Z. 2006) (Tjonneland A. 2006)
  • Ciclossigenasi: (Gallicchio L. 2006) (Langsenlehner U. 2006) (Harris R.E. 2006)
  • Uso di statine: (Parodi P. W. 2006) (Vogel V. G. 2005) (M . 2005)
  • Alterazione del metabolismo dei grassi: (Engeset D. 2006) (Saxton J. M. 2006) (Fung T.T. 2006) (Velie E. M. 2006) (Adebamowo C. A. 2005) (Eliassen A. H. 2005) (Fang C. Y. 2006) (Lahmann P. H. 2005) (Wakai K. 2005) (Maskarinec G. 2006) (Medina D. 2005) (Mannisto S. 2005)
  • Obesità: (Krebs E. E. 2006) (Herman D. R. 2005) (Kotsopoulos J. 2005) (Modugno F. 2006) (Michels K. B. 2005) (Chow L. W. 2005)
  • Sulfotranferasi 1 A 1: (Yang G. 2005) (Sillampaa P. 2005)
  • Interleuchina 1 e 6: (Liu J. 2006) (Cleveland R. J. 2006) (Hefler L. A. 2005)
  • Attività fisica: (Magnusson C.M. 2005)
  • Concentrazione emoglobina A 1 C: (Lin J. 2006)

FATTORI DI RISCHIO LIFESTYLE

  • Assunzione di olio di oliva: (Garcia – Segovia P. 2006)
  • Assunzione di alcool: (Roisman I. 2006) (Suzuki R. 2005) (Tjonneland A. 2006) (Terry M. B. 2006) (Lin Y. 2005)
  • Fattori psicologici: (Aro A. R. 2005)
  • Fumo: (Olson J. E. 2005) (Prochazka M.2005) (Li C. I. 2005) (Bonner M. R. 2005) (Shen J. 2005) (Johnson K. C. 2006)

FATTORI DI RISCHIO ANAMNESTICI

  • Età del menarca: (Kotsopoulos J. 2005)
  • Età della prima gravidanza
  • N. mesi di allattamento
  • Familiarità neoplastica specifica: (Denic S. 2005) (Halbert Ch. 2005)
  • M. di Crohn: (Riegler G. 2006)
  • K esofago: (Levi F. 2005)
  • K gastrico
  • K tiroide ( Canchola A. J. 2006)
Betting site http://cbetting.co.uk more info for Paddy Power Offers

Cara Donna,

il lavoro che facciamo noi a Rosa per la Vita Onlus è prettamente di aiuto psicologico ed emotivo, sia quelle che hanno già iniziato un percorso terapeutico, sia quelle che hanno appena scoperto di avere il cancro.

Ma, in nessun modo, VERAMENTE IN NESSUN MODO,  entriamo nel merito della cura! Come una donna deve curarsi e le sue scelte terapeutiche sono in totale autonoma e personale decisione della donna stessa, avvalendosi dell’aiuto del medico di fiducia.

Noi non ci permettiamo nella maniera più assoluta di dire a nessuna di voi come vi dovreste curare e ci teniamo MOLTO a questo principio di totale libertà,  ma soprattutto pensiamo e desideriamo che tu, donna,  possa prendere  tutte le tue decisioni in armonia con il parere del tuo medico di fiducia od oncologo di riferimento, informandoti sulle varie possibilità terapeutiche e poi discutendone con il tuo medico/oncologo di riferimento, e seguendo comunque il tuo personalissimo discernimento.

Persino alle amiche e ai familiari spieghiamo molto chiaramente di astenersi dai loro personali giudizi, opinioni o peggio ancora consigli,  per non metterti ancora di più in confusione e in allarme , perche invece hai bisogno di essere quanto più serena e centrata su te stessa per trovare la tua migliore soluzione.

Ascoltando troppe persone e persino troppi medici,  tu,  donna,  che devi affrontare un momento di per sé già molto impegnativo,  rischi di appesantirti e diventare ancora più confusa mettendo a repentaglio il tuo già labile equilibrio e ciò non è assolutamente un bene.

Sulla base di questi onorevolissimi principi NESSUNO di Rosa per la Vita Onlus si permetterà mai di suggerirti, neanche velatamente,  che tipo di cura fare!

Noi non possiamo e non vogliamo, in nessun modo, “guidare” la tua decisione su quale cura scegliere o fare :  GIAMMAI!!!

Desideriamo che sia perfettamente chiaro che Rosa per la Vita Onlus fa solo informazione e ti aiuta a “partorire” la tua personale, libera e indipendente decisione che verrà poi definita in accordo con il tuo medico/oncologo di riferimento.

Il lavoro che noi facciamo è di sostegno, affiancamento ed integrazione alla Medicina Convenzionale e in nessun modo intende sostituirla.

Ci permettiamo infine di ricordarti, per aiutarti ad essere il più serena possibile, che la tua decisione deve essere presa da te e da un medico specializzato senza che NESSUNO intervenga in questo rapporto di fiducia,  con i loro consigli, opinioni, suggerimenti o altro. E per nessuno intendiamo NESSUNO. Nessuno al di là di te e del tuo medico di fiducia.

Le persone che ti vogliono bene veramente ti sostengono, rispettando il tuo libero arbitrio e si astengono dal dare giudizi o pareri che potrebbero metterti ancora più in ansia, difficoltà o confusione.

Le persone che ti vogliono veramente bene ti sono di Sostegno, Aiuto e Amore INCONDIZIONATI.

NOI DI ROSA PER LA VITA ONLUS TI VOGLIAMO BENE.

Pregheremo per te che tu possa essere libera e serena nelle tue scelte, decisioni e cure per la tua guarigione a 360 gradi.
(lettera aperta)

Newsletter

Iscriviti per essere Informata/o sulle nostre attività ed i nostri eventi
Privacy e Termini di Utilizzo

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.